fbpx
Cellulite Estetica Minafò

Alla scoperta del nemico n. 1 delle donne: la cellulite!

Cellulite Estetica Minafò

La cellulite è un’infiammazione progressiva del tessuto adiposo. Tutto inizia quando il sistema di “autopulizia” delle cellule adipose viene compromesso dagli sbalzi ormonali tipici dell’adolescenza, intossinando il tessuto. 

La sempre maggiore presenza di scorie provoca a seguire l’infiammazione del tessuto adiposo e finisce per compromettere la circolazione linfatica e venosa nella zona. E’ allora che compaiono le caratteristiche fossette sulla pelle, che prendono il nome di “buccia d’arancia” e che di solito ritroviamo su gambe, cosce, glutei e fianchi.

All’origine dell’insorgenza della cellulite, vi sono una serie di cause predisponenti:

  • genetiche, dovute alla maggiore attività ormonale, alla fragilità capillare o alla cattiva circolazione;
  • ormonali, perché l’eccessiva attività degli estrogeni comporta un aumento della ritenzione idrica;
  • vascolari, causati dalla sedentarietà, dalla postura, dal rallentamento del circolo sanguigno (stasi che favorisce l’insorgere della cellulite);
  • stress endogeno dovuto allo stile di vita frenetico ed allo scarso riposo notturno
  • cattive abitudini alimentari e comportamentali come ad esempio un’alimentazione ricca di grassi e zuccheri, l’abuso di sostanze alcoliche, il fumo, scarpe inadatte (con tacchi alti e punte strette), abbigliamento troppo aderente, ecc.

La sua definizione scientifica, Panniculopatia edemato-fibro-sclerotica, ne scandisce gli stadi evolutivi a seconda del livello di compromissione del sistema circolatorio:

  • 1° stadio: cellulite EDEMATOSA
  • 2° stadio: cellulite FIBROSA
  • 3° stadio: cellulite SCLEROTICA

Per poter correttamente individuare la miglior modalità di intervento su questo fastidioso inestetismo è necessario individuarne correttamente lo stadio evolutivo, attraverso specifici strumenti diagnostici di cui il nostro istituto si è dotato da tempo. 

E tu?

Ti sei mai chiesta a quale livello è la tua cellulite??

Se sei curiosa di saperlo, prenota subito un appuntamento con una nostra Beauty Specialist per effettuare una Diagnosi corpo con analisi termografica.

Irene Coppola
Beauty Specialist

Le 3 cose + 1 che puoi fare subito per contrastare la tua cellulite!

La prova costume si avvicina e per aiutarti a migliorare l’aspetto a buccia d’arancio delle tue forme, voglio darti 3 consigli che potresti subito mettere in pratica per ridurre la visibilità della cellulite!

L’acqua è un elemento centrale quando si deve affrontare la cellulite, poiché una delle sue manifestazione è appunto la ritenzione idrica all’interno dell’organismo, ovvero l’accumulo di liquidi carichi di scorie. Per favorirne l’eliminazione è importantissimo assumere almeno 2 litri di acqua al giorno, preferibilmente bevendo frequentemente piccole quantità.

Non è necessario praticare un sport specifico per aumentare il consumo di calorie. Basta una camminata di 40 minuti a passo veloce fatta regolarmente (almeno 3 volte alla settimana), per stimolare le cellule adipose a rilasciare le riserve di grasso nella circolazione sanguigna e favorire al contempo il ritorno venoso, il cui rallentamento è responsabile della ritenzione idrica negli arti inferiori.

L’alimentazione influisce notevolmente sulla ritenzione idrica e sull’accumulo adiposo. Consuma con regolarità frutta e verdura, limita i carboidrati e gli zuccheri e prediligi le carni bianche. Prediligi alimenti ricchi di cromo, come broccoli, asparagi, cereali e gemme di grano, perché limitano la trasformazione degli zuccheri in lipidi e quelli ricchi di vitamina C, come agrumi, ananas, kiwi,  e spinaci, perché proteggono le pareti dei capillari. Inoltre, è importante anche modulare durante la giornata l’introito di calorie a seconda del fabbisogno energetico, partendo con una colazione abbondante e finendo con una cena leggera.

L’altra cosa che puoi fare per riuscire a sconfiggere la tua cellulite è prenotare una consulenza corpo con una nostra Beauty Specialist. Il nostro team ha sviluppato il metodo BELLEZZA SU MISURA, che partendo da un’approfondita diagnosi dell’inestetismo, individua per ogni cliente un percorso personalizzato di trattamenti, in cui vengono combinate le tecnologie ed i cosmetici più adatti ad intervenire con successo sul problema.

Irene Coppola
Beauty Specialist

Perché fare un’analisi termografica della cellulite?

Come già evidenziato nell’articolo del nostro blog dedicato all’approfondimento della cellulite, questo inestetismo non è sempre uguale: si tratta infatti di un processo infiammatorio che evolve con il passare del tempo e in base ad alcuni fattori endogeni ed esogeni.

Comprendere a quale livello sia la cellulite è un passo fondamentale per poter correttamente individuare il percorso più idoneo ad ottenere un risultato evidente su questo inestetismo.

Per meglio individuare lo stadio evolutivo della cellulite, nel nostro istituto ci siamo dotate di un preziosissimo strumento diagnostico: la termografia. Si tratta di un kit di lastre sensibili alle variazioni di temperatura, che applicate sul corpo ci danno la possibilità di determinare il livello di compromissione della circolazione e di conseguenza lo stadio della cellulite.

L’analisi termografica non è assolutamente dolorosa e può essere ripetuta più volte per valutare l’evoluzione del danno al microcircolo nel tempo e a seguito del percorso di trattamenti.

Sei curiosa di conoscere qual è il tuo livello di cellulite?

Prenota subito una consulenza corpo con analisi termografica con una nostra Beauty Specialist e scopri a quale stadio si trova la tua cellulite e quale sarebbe il percorso di trattamenti più adatto ad intervenire su di essa!

Irene Coppola
Beauty Specialist

Sindrome della pelle sensibile

La pelle sensibile è una condizione ampiamente riconosciuta da diversi studi scientifici ed è caratterizzata da estrema suscettibilità, reattività e intolleranza della cute a diversi fattori scatenanti.

La pelle ha una naturale barriera protettiva, che aiuta a tenere lontani i batteri e le sostanze nocive evitando che entrino in contatto con gli strati più profondi della pelle, limitando inoltre la perdita di acqua e prevenendo la disidratazione.

  • Un film idrolipidico in salute aiuta a mantenere la pelle sana ed idratata, preservandone l’elasticità e la compattezza. Ma alcuni fattori esogeni, come il clima, e altri endogeni, come lo stress, possono danneggiare questo processo, indebolendo le naturali difese della pelle e rendendola ruvida e secca. L’uso costante della mascherina imposto dalle norme anti-contagio ha aggravato per molte pelli l’alterazione del mantello idrolipidico, causando un’importante infiammazione della pelle.

Quali sono i segni di una pelle sensibile???

  • Visibilmente una pelle sensibile presenta eritema (il rossore o l’irritazione), la desquamazione, gonfiore o ruvidezza.
  • I soggetti affetti di solito provano prurito, tensione, bruciore o sensazione di pizzicore.

Un corretto intervento estetico, da bilanciare in cabina e nella cura domiciliare, dovrebbe essere volto innanzitutto a ripristinare il film idrolipidico per poi ridurre il livello di infiammazione e rafforzare le pareti dei capillari

Nel nostro istituto, per valutare l’esatto livello di idratazione e di sensibilità della pelle, quando effettuiamo una consulenza viso ci avvaliamo di un’analisi con dermatoscopio, che ci dà la possibilità di individuare l’intervento estetico più idoneo, in base ai diversi parametri presi in considerazione:

  • livello di idratazione della pelle
  • peso della componente lipidica nella barriera cutanea
  • dimensione e distribuzione dei pori
  • intensità delle macchie cutanee
  • profondità delle rughe
  • quantità e distribuzione delle impurità
  • livello di sensibilità curtanea

Ti piacerebbe conoscere lo stato di salute effettivo della tua pelle?

Irene Coppola
Beauty Specialist